Prove Aperte
La musica non ha tempi, non ha orari, non ha luoghi e orecchie privilegiati. Ogni momento e ogni luogo valgono l’emozione che ogni volta ci regala.
La grande musica arriva in autunno con La Toscanini. Grandi direttori d’orchestra e giovani talenti, grandi musicisti, grandi compositori e interpreti per una stagione con appuntamenti di altissimo livello. Vogliamo condividere con voi questi momenti invitandovi ai concerti.

Prenota qui il biglietto per i concerti in programma fino a dicembre. Per te è gratis.

Le prenotazioni si accettano fino ad esaurimento dei posti disponibili.
CONCERTI 20 e 21 DICEMBRE

Una serata con Beethoven : Leonore Ouverture n.3 in do maggiore e Sinfonia n. 4 in si bemolle maggiore; in mezzo Sostakovic. Per questo la musica è lo strumento di espressione veritiera del suo mondo interiore come i lavori di Beethoven che riportano i bagliori della propria anima e, attraverso la vicenda che ruota attorno al personaggio di Leonore (Fidelio la sua unica opera lirica), anche i principi morali. L’Ouverture Leonore e la Sinfonia n.4 abbracciano il Concerto per violoncello che, così collocato sembra essere ancora più eloquente sulla figura inquieta e complessa di Sostakovic.
Prove aperte

FILARMONICA ARTURO TOSCANINI

Auditorium Paganini, Parma

Alpesh Chauhan

Direttore

Pablo Ferrández

Violoncello

Ludwig van Beethoven
Leonore Ouverture n. 3 in do maggiore op. 72b

Dmitrij Šostakovič
Concerto per violoncello n. 1 in mi bem. magg. op. 107

Ludwig van Beethoven
Sinfonia n. 4 in si bemolle maggiore op. 60

Sold out


Sold out


Prove aperte

PROGRAMMA VERDIANO CON CORO

Auditorium Paganini, Parma

Matteo Beltrami

Direttore

GIUSEPPE VERDI
Aroldo, Sinfonia
Il Lombardi alla prima crociata, O Signore dal tetto natio
Macbeth, Patria oppressa
Luisa Miller, Sinfonia
La traviata, Coro di Zingarelle e Mattadori
La battaglia di Legnano, Sinfonia
Nabucco, Gli arredi festivi
Nabucco, Sinfonia
Nabucco, Va’ pensiero, sull’ali dorate
La forza del destino, Sinfonia



Prove aperte

MOZART E HAYDN

Teatro Convitto Maria Luigia, Parma

Enrico Onofri

Direttore e Violino solista

PROGRAMMA
W.A. Mozart, Sinfonia n. 10 in Sol Maggiore, KV 74
G.B. Sammartini, Sinfonia in La Maggiore, J-C 62
F.J. Haydn, Concerto per violino in Sol Maggiore, HOB. VIIa:4
F.J. Haydn, Sinfonia n. 100 in Sol Maggiore Militare



Prove aperte

PIERO NAPPI CON VIOLONCELLO E QUARTETTO D'ARCHI

Sala Gavazzeni del Centro di Produzione Musicale ‘Arturo Toscanini’, Parma

Le Terre dei suoni Perduti

Pietro Nappi: il violoncello con quartetto d'archi

musiche di: Pachelbel, Bach, Haydn, Čajkovskij, Saint-Saëns, Piazzolla, Rossini, Cassadò, Morricone.

Una rassegna di concerti-spettacolo che esplorano gli strumenti musicali. La proposta è volta a far avvicinare e appassionare i ragazzi al mondo della musica e dell’orchestra come gruppo di artisti, specializzati ognuno in uno strumento che ha la sua storia e le sue particolarità. Durante gli appuntamenti verrà posto l’accento sugli strumenti più importanti dell’orchestra, dal violino al fagotto, dal corno alle percussioni. Ogni spettacolo prevedrà una parte recitata dagli attori e una parte eseguita dagli strumentisti, e scelta da un repertorio che copre più di 600 anni di storia della musica. La storia (filo conduttore degli spettacoli) si snoderà attraverso un viaggio intrapreso da un protagonista/narratore in una terra immaginaria abitata da diversi personaggi (gli strumenti musicali), con i quali egli vuole costituire una Compagnia di eroi per sconfiggere un malvagio demone mangia-suoni.

CONCERTI 8 e 9 NOVEMBRE

La Stagione filarmonica de La Toscanini inaugura con uno dei concerti dedicato a Beethoven. Il primo di quelli previsti dal programma che propone le principali e note sinfonie, verso il 2020 anno in cui si celebrano i 250 anni dalla nascita del geniale compositore.
La Sinfonia n. 8 e la Sinfonia n. 9 sono protagoniste di una serata quasi celebrativa per quella nona che è divenuta il celeberrimo inno europeo. La prima esecuzione è del 7 maggio 1824 a Vienna. Mentre ridisegna il cammino della musica, con quell’abbraccio all’umanità intera, va oltre segnando la storia del pensiero. L’Ottava è diversissima dalla Nona. Un accostamento che consente di incontrare da vicino le diverse anime beethoveniane.
Prove aperte

FILARMONICA ARTURO TOSCANINI

Auditorium Paganini, Parma

Alpesh Chauhan

Direttore

Leah Partridge

Soprano

Daniela Pini

Mezzosoprano

Gerard Schneider

Tenore

Thomas Tatzl

Basso

Corrado Casat

Maestro del Coro
CORO DEL TEATRO MUNICIPALE DI PIACENZA

Ludwig van BeethovenSinfonia n. 8 in Fa maggiore op.93
Sinfonia n.9 in re minore per soli, coro e orchestra op. 125

CONCERTI 22 e 23 NOVEMBRE

Alle musiche composte al termine o all’inizio di un percorso creativo, stanno strette le classificazioni storiche. Sta di fatto che l’ultima sinfonia di Haydn e la prima di Schubert, nelle stesse tonalità di re maggiore, composte a 13 anni di distanza, sembrano parlarsi tanto, mentre l’Ouverture di Médée, scritta due anni dopo la n. 104 di Haydn, evoca lo spirito beethoveniano più corrusco; in questo senso il termine “overtoure” non ci fa capire quanto essa sia una grandiosa pagina sinfonica.
Prove aperte

FILARMONICA ARTURO TOSCANINI

Auditorium Paganini, Parma

Christophe Rousset

Direttore

Luigi Cherubini
Ouverture da Médée

Franz Joseph Haydn
Sinfonia n. 104 in re maggiore Salomon Hob:I:104

Franz Schubert
Sinfonia n. 1 in re maggiore D. 82

© 2020 HERA Comm. Via Molino Rosso, 8 40026 Imola (BO)